lunedì 8 aprile 2013

Pan di ramerino con pasta madre


 
Lo so... lo so... la pasqua è passata, i pranzi e le cene terminati, ma mi era rimasta la voglia di preparare il Pan di Ramerino e, anche se con un po' di ritardo e "fuori stagione", l'ho preparato!
Il pan di ramerino... quanti ricordi...
Ma iniziamo con le presentazioni:
Il pan di ramerino è un pane "dolce - non dolce" della tradizione fiorentina, legato alle celebrazioni religiose pasquali. Questo pane, chiamato pane ma che in realtà ha le dimensioni di un panino, viene preparato per il giovedì santo; nei forni, fino a qualche anno fà, si trovava (ora non più) anche il pan di ramerino benedetto o veniva venduto fuori dalle chiese a conclusione della messa.
Ai nostri giorni effettivamente la tradizione si è persa, ma molti fornai nel periodo pasquale preparano questi panini che vanno sempre a ruba perchè, hanno un gusto molto molto particolare. 
Sono dei panini fatti con l'impasto tipico del pane aromatizzati al rosmarino, ma con delle componenti dolci: l'uvetta e lo zucchero. 
Proprio grazie al loro sapore particolare sono da gustare da soli, perfetti per la colazione o la merenda. 
Io li ho preparati ieri per la giornata di pre- primavera (ancora fa freddo), con l'idea di mangiarli tra amici a merenda sdraiati al sole su di un prato. Le cose poi non sono andate proprio così visto che il vento ricordava più l'autunno che la primavera, ma i pan di ramerino sono stati comunque un'ottima merenda!
In questi giorni poi l'ennesimo blog di cucina ha postato il suo contest mensile e mi ha "provocato" con la proposta dei lievitati... potevo non partecipare? Con un blog dedicato solamente ai lievitati con pasta madre? ovviamente no! Ed ecco che la mia voglia del pan di ramerino e l'idea del nuovo contest cre-azioni si sono trasformate in questo post...Infatti, "Con questa ricetta partecipo al contest di L'Ennesimo Blog di Cucina, CRE-AZIONI IN CUCINA, di aprile"
Se vi ha incuriosito l'abbinamento dolce-salato ed avete voglia di far lievitare qualcosa di originale vi propongo la mia ricetta ricetta, chiaramente riproposta in chiave lievito nutale. Può essere preparato anche con altri lieviti, ma questa ricetta è stata sperimentata con la Gina, il mio lievito madre, perchè con la pasta madre la magia della lievitazione avviene in modo naturale e perfetto, senza paragoni.  
Ingredienti per 8 panini
100 gr di pasta madre rinfrescata
1 cucchiaino di miele
30 ml di olio EVO
2 rametti di rosmarino
50 gr di uvetta
1/2 bicchiere di acqua
250 gr di farina
1 cucchiaio di zucchero di canna

  
Ho rinfrescato la pasta madre e l'ho lasciata raddoppiare. Una volta raddoppiata il suo potere lievitante è al massimo della potenza e l'ho usata, sciogliendola con l'acqua tiepida. 
Ho messo a mollo nell'acqua l'uvetta per farla rinvenire, contemporaneamente ho messo in una padella a fuoco basso l'olio con il rosmarino e lascioto cuocere per 4/5 minuti, ho quindo spento il fuoco e aggiunto l'uvetta debitamente scolata per farla insaporire.
Mentre l'olio si raffredda, inizio a lavorare l'impasto ed aggiungo alla pasta madre sciolta il miele, l'olio con il ramerino e l'uvetta e la farina. Impasto tutto lavorandolo con la forchetta e appena addessanto con le mani. 
Adesso ci sono due possibilità: posso lasciar lievitare il mio impasto tutto insieme (un'unica forma) o preparare già i panini e dargli già la forma rotonda. 
Io ho lasciato raddoppiare l'impasto coperto, in un luogo riparato, per tutta la notte e al mattino ho dato la forma rotonda ai panini e li ho segnato con delle "croci" (sono panini pasquali!!) e depositati su una teglia con la carta da forno.... Pronti per la cottura!!
Ho scaldato il forno a 200° ed infornato i panini per 20 minuti, li ho quindi tirati fuori e pennellati con dell'acqua e zucchero per rimetterli inforno altri 5 minuti. A cottura completata ho messo i panini su di una gratella, in modo che si raffreddassero in maniera omogenea.           Sono panini dal gusto molto molto particolare, l'abbinamento uvetta e rosmarino è tanto original, quanto azzeccato. Anche i più scettici dopo il primo morso... chiedono il bis!


5 commenti:

  1. io adoro il dolce-salato!! questo pane non lo conoscevo e devo provarli assolutamente! mi stuzzicano tantissimo :) a presto!passa da me se ti va...
    Maria

    RispondiElimina
  2. buonissimo questo pane!!! lo adoro e che ce frega se la pasqua è passata???? un bacione cara

    RispondiElimina
  3. Molto stuzzicanti questi panini!!!

    RispondiElimina
  4. sono panini che mi ricordano tantissimo la mia infanzia. Li comprava la mia mamma dal fornaio sotto casa e ancora più del sapore ricordo il loro profumo. Sono tanti anni che non abito più a Firenze e quando ci torno non mi viene in mente di cercarli. Vorrà dire che proverò a farli da me. Grazie per questa ricetta del ricordo.

    RispondiElimina